Valute: euro mostra i muscoli a scapito di dollaro e sterlina

L'euro mostra i muscoli all'indomani della Bce e dopo il report sul mercato del lavoro Usa, il primo dopo l'insediamento ufficiale di Donald Trump alla White House. La valuta unica piega sia il dollaro che la sterlina. Nel dettaglio, il cambio co...

Forex: euro tonico il day-after la BCE

Seconda seduta consecutiva di rialzi per il cambio eurodollaro che, in attesa dei numeri in arrivo dal mercato del lavoro statunitense, si è spinto fino a 1,0619 dollari. Nel confermare la politica monetaria, il chairman Draghi ha evidenziato ...

Piazza Affari annulla le perdite sulle parole di Draghi

Tornano gli acquisti a Piazza Affari con l'indice FtseMib che torna sopra la parità dopo una mattinata caratterizzata dalle vendite. Merito delle parole del presidente della BCE, Mario Draghi, che sta riportando fiducia tra gli operatori e in parti...

Ritratto di Alessandro Piu

La Fed accelera, il dollaro no

  • La Fed accelera sul rialzo dei tassi ma il mercato non si scompone. Il prossimo ritocco arriverà a marzo, ha dichiarato il presidente della Banca centrale americana Janet Yellen, per poi essere seguito da due ulteriori rialzi nel corso dell'anno. I mercati non hanno reagito, neanche il dollaro che dopo i primi guadagni è tornato sui suoi passi.
  • Meeting Bce: Mario Draghi chiamato a spiegare come intende procedere nella riduzione dal piano di Quantitative easing che ad aprile passerà da 80 a 60 miliardi di euro mensili.