analisi tecnica

Grafico analisi tecnica

Euro/dollaro Usa: cambio nuovamente pronto per nuove rivalutazioni dell’euro

Dopo le tensioni odierne sui mercati finanziari a causa del dato Pmi cinese, il cambio euro/dollaro vede la divisa unica europea apprezzarsi su quella americana in area 1,12405. Nelle ultime sedute il corso del cambio è stato protagonista di una correzione rispetto ai massimi di periodo registrati lo scorso 24 agosto a 1,1715.
 
Il movimento ascendente era stato favorito dalla violazione al rialzo delle importanti resistenze statiche di area 1,1440 avvenuta sempre il 24 agosto. La soglia resistenziale di 1,1440 arginava le velleità rialziste dal 13 febbraio ed era stata testata in più occasioni con i massimi registrati a cavallo tra i mesi di febbraio, maggio e giugno.
 
L’allungo oltre la soglia resistenziale statica menzionata è stata accompagnata da un altro elemento tecnico di matrice rialzista: la progressione del 24 agosto ha infatti permesso alle quotazioni del cambio di violare al rialzo le resistenze dinamiche espresse dalla trendline discendente ottenuta con i massimi decrescenti del 4 febbraio e 14 maggio. Detta linea di tendenza rappresenta la parte superiore di un triangolo che era in costruzione sul daily chart da febbraio. La figura tecnica menzionata ha nella trendline inferiore ottenuta con i low del 16 marzo e 20 luglio i supporti inferiori.
 
A sostenere una possibile ripartenza dei corsi dell’euro dopo la discesa delle ultime sedute contribuisce inoltre la constatazione che i ribassi degli scorsi giorni abbiano trovato un valido sostegno nei supporti statici di breve posti in prossimità di area 1,1190, ex livello resistenziale lasciato in eredità dai top intraday del 13 e 14 agosto e violato al rialzo il 21 agosto. 
 
Da un punto di vista operativo, chi volesse sfruttare le recenti indicazioni tecniche generate dal cambio euro-dollaro Usa per strutturare strategie rialziste potrebbe valutare l’ingresso long in area 1,1215. Con stop che potrebbe essere posto sulla soglia di 1,1150, i target per fissare un take profit si avrebbero dapprima a 1,1626 e successivamente in area 1,2370.
 
Il livello indicato come secondo target della strategia long di euro è stato ricavato estendendo al rialzo l’ampiezza del triangolo menzionato in precedenza dal punto di rottura al rialzo della figura.

ANALISI TECNICA

Pagine