notizie top forex

Valute emergenti: oggi riunione banca centrale Brasile, deprezzamento real mette a rischio nuovo taglio tassi?

Inviato da Daniela La Cava il Mer, 16/05/2018 - 12:09

Tra le valute emergenti, da monitorare i movimenti del Real brasiliano in vista della riunione odierna della banca centrale del Paese. Secondo il consensus Bloomberg, il comitato di politica monetaria dell'istituto brasiliano dovrebbe tagliare i tassi di interesse, portandoli al 6,25% dal precedente 6,5 per cento. Si tratterebbe della terza mossa da inizio anno: a febbraio la banca centrale brasiliana ha portato il costo del denaro dal 7 al 6,75% e nell'ultimo meeting di marzo il tasso di riferimento è sceso dal 6,75 al 6,5 per cento. Si tratta del nuovo minimo storico. Il ciclo di taglio dei tassi ha portato il tasso Selic a più che dimezzarsi dal 14,25% di fine 2016.


"La decisione di oggi della Banca Centrale del Brasile di tagliare i tassi di 25 punti base al 6,25% (su cui conta il consenso) potrebbe essere messa a rischio dal deprezzamento del real delle ultime due settimane", commentano dall'ufficio studi di Intesa Sanpaolo nella "Forex Flash", secondo i quali "un taglio dei tassi sarebbe pericoloso per i rischi di innescare eccessive pressioni inflazionistiche, dall’altro lato rimandare nuovamente il taglio inciderebbe sulla credibilità della Banca centrale del Brasile.


Intanto l'economia brasiliana continua a mostrare segnali positivi. È quanto emerge dalle ultime minute pubblicate dal Comitato di politica monetaria dell'istituto centrale brasiliano (Copom). "Un insieme di indicatori di attività economica mostrano una ripresa dell'economia brasiliana", si legge nei verbali dello scorso 21 marzo nei quali viene posto anche l'accento sull'inflazione i cui "sviluppi rimangono favorevoli". In particolare, le aspettative di inflazione per il 2018 sono pari a circa il 3,6%, la 4,2 e al 4% rispettivamente per il 2019 e il 2020. Non bisogna poi dimenticare la sfera politica: ad ottobre si terranno ingfatti le elezioni presidenziali per nominare il nuovo presidente. 


 


Attenzione ai livelli tecnici (analisi a cura di Michele Fanigliulo)


Interessante l'analisi tecnica sul Real Brasiliano che, dopo aver raggiunto il massimo dal 2017 a 0,33, ha avviato la correzione. Movimento che, se lo scorso anno è stato lento e contenuto per lo più entro il supporto fondamentale di 0,3, ai primi di aprile ha accelerato. I corsi infatti hanno rotto tale supporto avviando una veloce svalutazione del Real Brasiliano sul dollaro. Il cambio infatti da inizio aprile ha perso circa il 9%, passando da 0,3 agli attuali 0,2737. In questo scenario è importante la tenuta del 61,8% di Fibonacci, ultima barriera prima del totale abbandono del trend rialzista che aveva caratterizzato i prezzi tra fine 2015 e il 2016. Tale livello, collocato a 0,2718 aprirebbe le porte ad ulteriori cali con supporti a 0,26 e 0,24. L'eventuale rimbalzo invece riporterebbe il BRL/USD alle resistenze a 0,28 e poi 0,3.


Grafico Real brasiliano/dollaro