notizie

Tweet Trump su Turchia affossa mercati. Ftse Mib -2%, UniCredit paga controllo Yapi Kredi con -4%

Inviato da Laura Naka Antonelli il Ven, 10/08/2018 - 15:18

Piazza Affari peggiora dopo l'accelerazione ribassista che colpisce la lira turca, che è stata scatenata dal tweet con cui il presidente americano Donald Trump ha reso nota l'intenzione di raddoppiare i dazi doganali sui metalli che gli Usa importano dalla Turchia.

"Ho appena autorizzato di raddoppiare le tariffe sull'acciaio e l'alluminio verso la Turchia, visto che la loro valuta, la lira turca, scivola rapidamente contro il nostro dollaro molto forte! (I dazi) sull'alluminio saranno ora del 20% e quelli sull'acciaio del 50%. Le nostre relazioni con la Turchia non sono buone in questo momento!".

L'indice Ftse Mib cede più del 2%, a 21.137,85 punti, con UniCredit che scivola di oltre -4%, a 13,792. La banca è stata citata da un report della Bce come quella tra le più esposte in Europa verso la Turchia. UniCredit detiene il controllo della banca turca Yapi Kredi.

La lira turca crolla al nuovo minimo record, scivolando del 14% contro il dollaro a 6,26. Occhio anche alle forti perdite dell'ETF che replica l'azionario del paese: l'iShares Turkey ETF crolla del 13,8%, con un tonfo che da inizio anno è pari a -42,3%.