notizie top forex

Turchia: eur/try ritraccia dopo massimo storico, provvedimento Banca Centrale frena sell off

Inviato da Alessio Trappolini il Lun, 06/11/2017 - 17:15

Seduta contrastata per la Lira turca nel mercato Forex quest’oggi. La divisa è stata oggetto di un veloce deprezzamento ieri sera che ha determinato un nuovo massimo storico del tasso di cambio contro l’euro a 4,52. Oggi il sell off è stato frenato dai provvedimenti intrapresi dalla Banca Centrale a sostegno dalla divisa  



La Central Bank of the Republic of Turkey (CBRT) ha annunciato oggi di aver ridotto dal 60 al 55 per cento il limite massimo per il servizio di scambio in valuta estera e di aver tagliato tutte le tranche di 5 punti. Secondo gli analisti interpellati da Borse.it i provvedimenti dovrebbero comportare un ritiro di liquidità per 5,3 miliardi di lire turche (1,19 miliardi di euro) e fornire alle banche fondi per 1,4 miliardi.


Per mezzo del Reserve Options Mechanism (ROM), gli istituti di credito possono scambiare i loro depositi in dollari, euro e oro in lira per soddisfare le esigenze di richieste in valuta. “Negli ultimi tempi, i mercati hanno fatto registrare un andamento dei prezzi non conforme ai fondamentali economici" riporta la nota diffusa dalla banca centrale. I provvedimenti sono stati presi “nell’ottica di sostenere la stabilità dei prezzi e del sistema finanziario”.


Inoltre, nell’ambito dei servizi relativi esportazioni e di cambio, l’istituto ha comunicato di aver fissato i cross della lira rispetto al dollaro e all'euro per i rimborsi di riscatti di credito: i pagamenti possono essere effettuati in lire a un tasso di 3,70 per dollaro, 4,30 per euro e 4,80 per sterlina.


Venerdì, la notizia del balzo dell’inflazione dall’11,2 all’11,9% annuo (livello maggiore dall’ottobre del 2008), ha spinto l’incrocio con il dollaro fino a 3,88909 TRY, non lontano dal massimo storico fatto segnare a gennaio a 3,94103. Nell’ultimo mese il cross è salito del 6,7% portando il saldo annuo al +22,2%. 


Per quanto riguarda il cambio contro l’euro invece la situazione è analizzata di seguito.



Da un punto di vista tecnico il cross eur/try dopo il test della resistenza statica a 4,52 ha avviato una veloce correzione cedendo 1,94% e puntando la trend line rialzista di breve periodo. Detta linea di tendenza fa da supporto dinamico ed è individuabile sul chart settimanale e giornaliero unendo i minimi del 16 di ottobre con quelli del 20 ottobre (linea tratteggiata in blu).


L’eventuale rottura della trend line rialzista porterebbe far scivolare i corsi in direzione del supporto statico a 4,39 e successivamente a 4,28, da cui poi si avrebbe la chiusura del gap up lasciato aperto il 9 ottobre scorso.


In un’ottica di lungo periodo, invece, è da sottolineare che il cross rimane inserito in un canale ascendente tracciato congiungendo i minimi relativi del 22 gennaio 2015 e del 11 luglio 2016, con i massimi del 24 agosto 2016 e del 12 gennaio 2017.