notizie top forex

Turchia: Banca centrale conferma a sorpresa i tassi, giù per la Lira turca

Inviato da Daniela La Cava il Mar, 24/07/2018 - 15:45

Mossa a sorpresa da parte della Banca centrale turca che contrariamente alle attese non è entrata in azione sul fronte tassi, nonostante l'impennata dell'inflazione di giugno. Una decisione che sta mettendo sotto pressione la lira turca che perde oltre il 3% nei confronti del dollaro statunitense.


L'istituto di Ankara ha deciso di confermare il tasso di interesse di riferimento (il repo a una settimana) al 17,75 per cento. Gli analisti si attendevano, invece, un rialzo, con il costo del denaro visto al 18,75% proprio alla luce delle pressioni sul fronte prezzi. A giugno, il dato sull'inflazione è schizzato al 15,39% su base annua rispetto al +12,15 del giugno 2017 (consensus Bloomberg al 13,9%). E così sul mercato forex la lira turca va giù, con il cambio dollaro/lira turca in area 4,8923 (+3,20%).


"Le aspettative erano per un rialzo dei tassi d’interesse di circa 1-1,25%, dall’attuale 17,75% e sono state completamente disattese da parte della Banca centrale", sottolinea Vincenzo Longo, market strategist di Ig, contattato da Borse.it. "La lira turca di conseguenza si è deprezzata violentemente con il cambio Usd/Try che si è avvicinato ai massimi storici toccati a metà luglio (4,95)", prosegue Longo, sottolineando che "il rialzo avrebbe stemperato le spinte inflattive che a giugno hanno portato il tasso d’inflazione ai massimi dal 2004. Gli investitori a questo punto credono che l’indipendenza della Banca centrale è a rischio, dopo la rielezione del presidente Recep Tayyip Erdogan". Il deprezzamento della lira turca e i tassi fermi potrebbero ora contribuire a minare la fiducia degli investitori esteri con una notevole riduzione degli investimenti diretti esteri.


 

tags