notizie top forex

Svezia: corona svedese sotto i fari tra annunci banca centrale e imminenti elezioni

Inviato da Daniela La Cava il Ven, 07/09/2018 - 13:07

La Corona svedese rimane sotto riflettori all'indomani della riunione sui tassi della banca centrale, Riksbank, ma soprattutto in vista delle elezioni politiche di domenica 9 settembre. Proprio nell'imminenza dell'appuntamento elettorale (con i sondaggi che danno il partito nazionalista e anti immigrazione del Paese in testa alle preferenze), la scorsa settimana la valuta del Paese scandinavo è finita sotto pressione con il cambio contro l’euro che a fine agosto ha toccato i minimi dal 2009.


Guardando al meeting di ieri la Riksbank ha mantenuto i tassi di interesse a -0,5% (in linea con le attese), confermando anche la politica di reinvestimento delle scadenze di quote capitale e interessi sul portafoglio di 330 miliardi di titoli. In Svezia il primo rialzo dei tassi dovrebbe arrivare a fine anno. L'istituto centrale ha affermato che la previsione per il tasso Repo è di un nulla di fatto anche nel meeting di ottobre mentre un rialzo di 25 punti base dovrebbe arrivare sia a dicembre che a febbraio con l'inflazione ormai vicina all'obiettivo del 2%. "Ugualmente attesa era l’indicazione che i tassi rimarranno fermi anche a ottobre, mentre lo era meno quella che la data del possibile primo rialzo venisse fatta slittare fra dicembre e febbraio, soprattutto alla luce delle revisioni al rialzo delle stime di crescita 2018-19, e che la previsione del tasso repo 2020 venisse limata da 0,5 a 0,4%", commentano gli esperti dell'ufficio studi di Intesa Sanpaolo.


"Il rapido aumento dei prezzi dell'energia ha contribuito a far salire l'inflazione - rimarca la Riksbank -. Se i prezzi dell'energia non vengono presi in considerazione, le pressioni inflazionistiche sono ancora moderate". "Poiché è importante che l'attività economica continui a essere forte e abbia un impatto sulla crescita dei prezzi, la politica monetaria deve rimanere espansiva", conclude la Riksbank.


Dopo la debolezza registrata dopo l'annuncio della banca centrale, oggi la valuta svedese recupera (anche se marginalmente terreno) nei confronti dell'euro. Poco prima delle 13 il cambio euro/corona svedese cede lo 0,22% a 10,5646. "Il bias più espansivo della politica monetaria rappresenta un problema per le nostre previsione di ripresa della SEK nei confronti dell’euro", indicano da Intesa Sanpaolo.