notizie top forex

Sterlina venduta sul Forex dopo riunione BoE

Inviato da Alessandro Piu il Gio, 02/11/2017 - 16:04

Il rialzo dei tassi era ormai scontato ma, sulla sterlina, sta pesando di più il mancato riferimento, nel comunicato, alla possibilità di rialzo dei tassi più rapido delle attese dei mercati


La differenza, per la sterlina, la fa una riga. Anzi, un vuoto. Una riga che, rispetto al comunicato della riunione precedente, è stata cassata dalla Bank of England. In quel pezzetto di testo Threadneedle Street lasciava intendere che i tassi di interesse sarebbero potuti crescere più veloce di quanto il mercato si aspettasse.


Così non sarà, a giudicare dal comunicato ufficiale diramato oggi dopo la decisione scontata di rialzare i tassi di interesse allo 0,5% dallo 0,25% precedente.


La rimozione di questa riga suggerisce che ulteriori rialzi saranno possibili molto in là nel 2018” commenta Michael Hewson, chief market analyst di Cmc Markets Uk.


“Un rialzo più rilevante a livello simbolico che per il suo impatto economico” è il giudizio di Lucy O’Carroll, capo economista di Aberdeen Standard Investments che prosegue: “Annulla soltanto il taglio fatto dopo il referendum sulla permanenza nell’Ue”.


“Riteniamo che la BoE avrà la possibilità di aumentare i tassi al massimo tre volte nel corso dei prossimi anni, dato che le incertezze sulla Brexit, il basso potenziale di crescita e l’elevato livello di credito ai consumatori limiteranno i tassi di interesse che l’economia può assorbire senza ripercussioni” è la previsione di Jeremy Lawson, capo economista di Aberdeen Standard Investments.


Sul Forex la sterlina si muove in forte calo. Contro il dollaro Usa (GbpUsd) arretra di oltre l’1% riavvicinandosi alla base del canale laterale compreso tra 1,3220/3240 e 1,3070/3050. La violazione al rialzo di questo trading range troverebbe ben presto un ostacolo nella linea di tendenza discendente dai massimi del 2014 e 2015, attualmente transitante a 1,3540. Più spazio sul fronte opposto, dove la caduta della base del canale laterale riporterebbe le quotazioni sotto 1,30 proponendo un primo target sui minimi del 23 agosto a 1,2774.