notizie top forex

Forex: sterlina/dollaro in recupero (ma analisti confermano la view ribassita)

Inviato da Luca Fiore il Mer, 29/06/2016 - 12:22

Seconda seduta con il segno più per il cable. Il ritorno
degli acquisti sugli asset legati alla propensione al rischio, mercati azionari
in primis, sta spingendo al rialzo anche il cambio tra la sterlina e il
biglietto verde che passa di mano a 1,33919 usd (+0,4%),
oltre mezza figura in
più rispetto al dato precedente.



Ovviamente la risalita del cross va contestualizzata visti i crolli che hanno
fatto da corollario al referendum sull'uscita di Londra dall'Unione europea. In
avvio di settimana l'incrocio è sceso fino a 1,31287, il livello minore da
oltre 30 anni.




Nei prossimi giorni il focus sarà rivolto agli sviluppi post-voto: i britannici
puntano a rinviare la richiesta formale di attivazione dell'articolo 50 del
Trattato mentre i Paesi europei spingono per una risoluzione rapida.



"La nostra view ribassista è basata sulla chiusura giornaliera più bassa dal
settembre del 1985", riporta una nota elaborata da Barclays Capital. In quest'ottica,
"siamo in attesa di un ulteriore calo verso i target di breve fissati in area
1,3015 e 1,275".




Dopo la Brexit "ci attendiamo -è il commento di Athanasios Vamvakidis, strategist
valutario di Bank of America Merrill Lynch -che il GBP/USD chiuda l'anno a 1,3,
contro l'1,59 dello scenario Remain".
"Stimiamo inoltre -continua l'esperto-
ulteriore debolezza del pound nel 2017".