notizie top forex

Forex: non si arresta la corsa dell'euro, nel mirino anche quota 1,23$

Inviato da Daniela La Cava il Lun, 15/01/2018 - 14:53

Non si arresta la corsa dell'euro nei confronti del dollaro. Dopo avere varcato la soglia di 1,21 venerdì scorso (portandosi sui massimi a tre anni) in scia alla notizia arrivata dalla Germania sul patto di Governo Cdu e Spd e le indiscrezioni sul QE della Bce, adesso il cambio euro/dollaro viaggia in area 1,2273 (+0,62%). Di contro, continua la discesa del biglietto verde, come dimostra l'andamento del Dollar index che si muove sotto la soglia di 91 punti (-0,43%).


Nel corso della passata ottava l'euro si era spinto verso 1,20 dopo la pubblicazione dei verbali da parte della Bce. Dalle minute è emerso che la guidance dell'istituto di Francoforte sulle azioni future di politica monetaria cambierà lentamente man mano che l’economia migliorerà e potrebbe essere rivista già all’inizio di quest’anno.


"Prosegue la debolezza del dollaro statunitense, registrando un indebolimento generalizzato verso le principali valute. Il cambio euro/dollaro si attesta sui massimi da tre anni, con le posizioni nette lunghe degli speculatori (aggiornate a martedì scorso) al nuovo massimo storico", commentano oggi gli esperti dell'ufficio studi di Mps Capital Services.


Secondo l'analisi di Peter Rosenstreich e Vincent-Frédéric Mivelaz di Swissquote i mercati non stanno prendendo nella giusta considerazione l’impegno della Fed di anticipare l’inflazione. "Quello che ci attendiamo è che non appena i prezzi al consumo ripartiranno (secondo noi più rapidamente delle stime), le correlazioni sui tassi di interesse ritorneranno dove dovrebbero essere generando un rally del biglietto verde contro Yen, Euro e Franco svizzero", affermano gli esperti.