notizie top forex

Dollaroyen continua ad indebolirsi, prossimo target a 105,2¥

Inviato da Luca Fiore il Gio, 07/04/2016 - 18:10



Divisa nipponica in grande spolvero in scia delle minute delle Federal Rerserve, che hanno escluso un nuovo intervento sui tassi in tempi rapidi, e della convinzione che le autorità di Tokyo non approveranno, almeno nel breve termine, nuove misure di stimolo.



Questi fattori fanno il paio con le statistiche diffuse dal Ministero delle Finanze giapponese secondo cui nella prima settimana del nuovo anno fiscale il saldo tra vendite e acquisti di asset esteri da parte degli investitori giapponesi è risultato positivo e pari a 1,55 trilioni di yen per quanto riguarda il mercato dei bond e a 50,1 miliardi nel caso dell'azionario. Si tratta di dati in aperto contrasto con i deflussi registrati a febbraio e marzo.



"Anche se questi rimpatri potrebbero rivelarsi temporanei -rilevano gli analisti di Bnp Paribas- e legati ad aggiustamenti in corrispondenza del nuovo anno fiscale, il fatto che gli investitori domestici giapponesi siano risultati venditori netti di asset esteri potrebbe aiutare a spiegare la recente accelerazione registrata dal processo di rafforzamento dello yen".



Al momento il cambio tra il biglietto verde e la moneta giapponese passa di mano a 108,01¥, l'1,61% in meno rispetto al dato precedente. Il cross è sceso del 4,17% nelle ultime cinque sedute, dell'8,3% in tre mesi ed ha perso oltre 10 punti percentuali da inizio anno. Rotta la soglia dei 108,7 yen, "il prossimo vero supporto sul grafico giornaliero - rileva Chris Beauchamp, Market Analyst di IG- è rappresentato dal minimo segnato ad ottobre 2014 a 105,2 yen".